Perchè possiamo essere ottimisti. Qualcosa sta accadendo – Paolo di Cesare 

Mentre ogni giorno abbiamo mille ragioni per dire che tutto va male possiamo girare lo sguardo e scoprire che ci sono altre mille ragioni per dire che tutto va bene. Nella battaglia tra ottimisti e pessimisti sembra sempre che gli ultimi abbiano una ragione in più ma non è così. Il mondo cambia e se noi ci impegniamo per accelerare questo cambiamento positivo la terra potrà essere ancora il paradiso che molti di noi hanno sperimentato la dove manca l’intervento umano.

Lascia un commento e, se vuoi, visita eccellenze.org/kaizen per diventare anche tu un ottimista

Annunci

Penny e i figli… di tutti noi!

Iscriviti a questo blog…

https://sosdonne.wordpress.com/

Ai figli. Ci sono cose da dire.

Ci sono cose da dire ai nostri figli. Come ad esempio che il fallimento é una grande possibilità.

Si ricade e ci si rialza. Da questo s’impara. Non da altro.

Dovremmo dire ai figli maschi che se piangono, non sono femminucce. Alle femmine che possono giocare alla lotta o fare le boccacce senza essere dei maschiacci.

Dovremmo dire che la noia è tempo buono per sè. Che esistono pensieri spaventosi, e di non preoccuparsi.

Dovremo dire che si può morire, ma che esiste la magia.

Ai nostri figli dovremmo dire che il giorno del matrimonio non è il più bello della vita. Che ci sono giorni sì, e giorni no. E hanno tutti lo stesso valore.

Che bisogna saper stare, e basta. E che  il dolore si supera.

Ai nostri figli maschi dovremmo dire che non sono Principi azzurri e non devono salvare nessuno. Alle femmine che nessuno le salva, se non loro stesse. Altrimenti le donne continueranno a morire e gli uomini ad uccidere.

Ai nostri figli dovremmo dire che c’è tempo fino a quando non finisce, e ce ne accorgiamo sempre troppo tardi.

Dovremmo dire che non ci sono nè vinti nè sconfitti, e la vita non è una lotta.

Dovremmo dire che la cattiveria esiste ed è dentro ognuno di noi. Dobbiamo conoscerla per gestirla.

Dovremmo dire ai figli che non sempre un padre e una madre sono un porto sicuro. Alcuni fari non riescono a fare luce.

Che senza gli altri non siamo niente. Proprio niente.

Che possono stare male. La sofferenza ci spinge in avanti. E prima o poi passa.

Dovremmo dire ai nostri figli che possono non avere successo e vivere felici lo stesso. Anzi, forse, lo saranno di più.

Che non importa se i desideri non si realizzano, ma l’importante è desiderare. Fino alla fine.

Bisogna dir loro che se nella vita non si sposeranno o non faranno figli, possono essere felici lo stesso.

Che il mondo ha bisogno del loro impegno per diventare un luogo bello in cui sostare.

Che la povertà esiste e dobbiamo farcene carico.

Che possono essere quello che vogliono. Ma non a tutti i costi.

Che esiste il perdono. E si può cedere ogni tanto, per procedere insieme.

Ai figli dovremmo dire che possono andare lontano. Molto lontano. Dove non li vediamo più.

E che noi saremo qui. Quando vogliono tornare.

Il senso della vita per un padre

Voi siete la mia vita. Siete la carne. Il sangue che l’attraversa. Siete l’aria che entra nei polmoni e l’acqua che mi disseta.
Siete le mie braccia. Le mie gambe. Il mio cervello e il mio cuore. Siete ogni organo del mio corpo che mi serve per vivere.
Siete il mio futuro. Siete quello che sarà di me dopo di me. Siete il mio ricordo e la mia speranza. Voi siete il mio rimorso e il mio rimpianto.
Voi siete la mia soddisfazione impareggiabile e la frustrazione per non essere stato mai abbastanza.
Siete il mio sogno. La mia grazia e la mia beatitudine.
Voi siete la mia pena e il mio dolore. Siete il tempo senza voi che non mi ridaranno mai.
Siete l’odio e la ricerca di un colpevole e siete l’amore e la confessione di una colpa.
Voi, comunque vada, siete il senso di immortalità che mi porterò fino alla morte.

Antonio Trani

 

 

Fiore in fiore – poesia di Marco Costanzo

Pensa alla tua vita
come un fiore in fiore.
Come sei tu ora.
Sii presente a te stesso
ogni giorno.
Ascolta i dolori,
trasformali in lezioni preziose.
Respira le piccole gioie,
apprezzale come polline di vita.
La tua missione é scritta in te
Solo tu puoi essere il meglio
di te stesso.
Solo tu puoi decidere
di essere un fiore
che non appassisce mai.

Marco Costanzo